VoglioVivereViaggiando

Il mio percorso in Perú

É stata dura dare il passo decisivo, era un’idea che mi ronzava in testa da un bel pó, ma la paura, l’incertezza, l’opinione altrui, facevano sempre dissolvere la mia decisione nel voler prenotare ALMENO il volo.Tanto giá si sa, la scelta piú difficile é quella di affrettarsi a comprare il biglietto aereo. Prenotato il volo, giá ti puoi mettere l’anima in pace perché hai fatto la metá delle cose.

Ma una sera, senza dire niente a nessuno, né al lavoro, né agli amici, né alla famiglia, con il cuore a mille e le difese basse, dopo una giornata lavorativa di 10 ore, entriamo nel sito dell’American Airlines e prenotiamo il nostro primo volo intercontinentale, a Lima, facendo scalo a Miami.

Subito dopo, andai a dormire, come se volessi dimenticare quel gesto, come se avessi fatto qualcosa di completamente sbagliato agli occhi della societá, senza rendermi conto che fu solo l’inizio di un qualcosa di straordinario.

Nei giorni successivi, con il mio codice di prenotazione tra la posta elettronica, mi accingo a fare il circuito…guardo foto, leggo blogs, sfoglio riviste e riesco a tracciare questo percorso:

LIMA

PARACAS: Islas Ballestas e Reserva Natural de Paracas

HUACACHINA: Oasis de Huacachina

NAZCA: Cementerio de Chauchilla e líneas de Nazca

AREQUIPA: Cañon del Colca

PUNO: Islas flotantes

CUZCO: Aguas Calientes e MacchuPicchu

LIMA 

Spesso ho letto di persone che hanno fatto lo stesso percorso, ma al contrario, in senso antiorario; lo sconsiglio vivamente, dato che spostarsi subito a Cuzco, con i suoi 3400 metri sul livello del mare, e successivamente a Puno, una delle cittá piú alte al mondo, con quasi 4 km di altezza, non é il massimo per il nostro organismo. Dopo il lungo volo, il jet-lag, il cambio di aria e cibo, il nostro corpo ha bisogno di riadattarsi poco a poco, e rimanere sulla costa i primi giorni, penso sia la scelta piú giusta da fare.

E poi, per me, il MacchuPicchu era il premio finale, quel regalo tanto ambito, che mi permetteva di ritornare in Europa con gli occhi ancora sognanti.

2 pensieri su “Il mio percorso in Perú

  1. Agnese

    Abbiamo prenotato il volo e le prime 3 tappe prima di vedere il tuo blog. E’ fatto molto bene e con notizie utili. Unica cosa, non vedo la durata. Noi ci siamo immaginati esattamente il vostro giro, quindi, quanto tempo è necessario? Bastano 15gg?
    Se non bastassero… quale parte potremmo eliminare? Lima vale la pena spenderci 2-3gg?

    1. Nadia Autore articolo

      Ciao Agnese,

      innanzitutto grazie per avermi scritto e per le tue parole, e scusami se ti rispondo solo ora, ma non avevo visto il tuo messaggio.

      Il mio viaggio in Perú è durato 19 giorni. Mi potresti dire il vostro itinerario, con tutti gli spostamenti?

      Lima l’ho vista in 1 giorno e sinceramente mi è bastato. Forse sarebbe meglio aggiungerci un giorno, ma 3 giorni sarebbero troppi, potendo dedicare quel giorno a visitare altro.

      Aspetto di ricevere una tua risposta, in modo da poterti essere di aiuto.

      Un saluto,

      Nadia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *