VoglioVivereViaggiando

3ª tappa: Nazca

NAZCA

Nazca é una di quelle cittá che riecheggia nella mente delle persone, anche se non si sa esattamente dove si trova. Parlare di Nazca significa parlare delle famose linee, e sinceramente anche noi siamo andati lí esclusivamente per quello; ma poi ci siamo resi conto che c’è altro da vedere, come il Cimitero di Chauchilla e il Planetarium “Maria Reiche”.

Da Ica siamo partiti in autobus, per arrivare a Nazca in tarda mattinata. Abbiamo contattato dalla Spagna l’agenzia Great Nasca Tours, per poter realizzare un’escursione al cimitero di Chauchilla, per lo stesso pomeriggio, e il volo sulle linee di Nazca, per il giorno successivo.

Di solito, in Perú, quando decidi di affidarti ad un’agenzia, sono loro che vengono a prenderti nelle varie stazioni degli autobus e ti accompagnano fino in hotel. Infatti Oscar, la nostra guida, ci stava giá aspettando in stazione.

DSCN0187 DSCN0200(2) DSCN0215(2) DSCN0220(2)

CIMITERO DI CHAUCHILLA

Il cimitero di Chauchilla (si legge “ciauciglia”) si trova a 28 km da Nazca. Il silenzio, il paesaggio desertico, il vento leggero, l’atmosfera che si respira, lo rendono quasi stregato.

Non aspettatevi un cimitero tradizionale, con tombe di marmo, fotografie, etichette e fiori vari, ma vi troverete davanti a delle fosse in cui ci sono degli scheletri, avvolti in sacchi, in eccellente stato di conservazione, per via del clima arido. Quasi tutte le mummie hanno i capelli e in alcune di loro, si puó notare della carne ormai secca, cosa impensabile nel nostro territorio.

Camminavo lentamente, cercando di immaginare cosa fosse successo in quel luogo, quando ho notato che c’erano ossa e capelli ovunque. Come mai? Perché queste tombe sono state saccheggiate più volte nell’arco di decenni, per poter rubare tutto l’oro e gli oggetti che venivano seppelliti insieme alle persone defunte.

190 (2) 192 (2) 194 (2) 196 (2) 197 (2) 200 (2) 202 212 (2) 213(2) 218(2) 221(2) 222(2) 229(2) 232 (2)

LE LINEE DI NAZCA

Sorvolare le linee di Nazca era una di quelle cose che era nella mia wishlist, nella lista di cose da vivere assolutamente, ma che nello stesso tempo mi sembrava quasi impossibile da fare; quelle cose che sai che esistono, ma che sono inaccessibili, vuoi per il prezzo, vuoi per le circostanze “avverse”. E invece no, mi sbagliavo. A volte ci creiamo da soli dei limiti mentali, che poi sono cosí facili da oltrepassare. Basta solo un pó di voglia e coraggio.

Prima di salire sull’aeroplano, si aspetta una mezz’ora all’ingresso dell’aeroporto, dove ci sono delle proiezioni, in cui si spiega le ipotesi di come sono state create le linee, da chi e per quale motivo.

Il volo dura 30 minuti. Di solito é per 4 persone, 2 avanti e 2 indietro.

useful tipÉ fondamentale, per non stare male dopo, non aver fatto colazione e guardare solo ed esclusivamente dal proprio finestrino.

Il pilota continuerá a girare prima in senso orario e poi in senso antiorario per ogni figura, affinché i 4 passeggeri riescano a vederle perfettamente. É questione di pochissimi secondi. Loro avvisano quando ci si trova sopra, ma non sempre sono visibili e chiare, in mezzo a tanta roccia. Io scattavo la foto, anche se non vedevo nulla. Poi una volta a terra, le rivedevo ed effettivamente le forme erano lí, per poterle vivere. Vi invito, ad esempio, a trovare la scimmia, nella foto sottostante.

Video che vi spiega la storia delle linee di Nazca (spagnolo latino), simile a quello che vi faranno vedere prima di salire sull’aeroplano: https://www.youtube.com/watch?v=cXTsJwPic8Q

MapLinee di Nazca

002 003(2) 020ok 37ok 046 (2) 051 054ok 058ok 066(2) collage2ok collage3ok collage4 ok collage5ok

PLANETARIO MARIA REICHE

Maria Reiche era un’archeologa tedesca, che si trasferí in Perú e rimase affascinata dal mistero delle linee di Nazca. Fu cosí grande il suo stupore e la sua voglia di investigazione, da dedicare alle linee gran parte della sua vita. Secondo lei le linee di Nazca rappresentavano il piú grande calendario del mondo. Infatti dedicó tutto il suo tempo a studiare il cielo e gli astri, arrivando alla conclusione che c’è una relazione con le linee di Nazca. Solo in questo modo il popolo riusciva a capire il cambio delle stagioni. Maria é morta nel 1998 a Lima, all’etá di 95 anni.

Durante la visita guidata al planetario, c’è una simulazione del cielo di Nazca a 360º, dove si possono osservare le linee e le figure di Nazca. Si parla anche della vita di Maria Reiche, della sua investigazione e in che modo é riuscita a far conservare le linee di Nazca. Uscendo dal planetario, si possono osservare gli astri, e la guida vi spiegherá quali sono le stelle o le costellazioni che state vedendo.

Purtroppo puó capitare che il cielo sia nuvoloso e non si riesca a vedere nulla, ma l’esperienza del planetario (e conoscere, attraverso tante storie, questa persona di cui mai nessuno parla) é riuscita a completare, con molti dettagli, il quadro che avevo dipinto nella mia immaginazione.

opening-hoursORARI:

Il planetario é aperto tutti i giorni dell’anno.

L’orario dipende dalla lingua che si sceglie

h 19.00 inglese

h 18.00/20.15/21.15 Francese, spagnolo, italiano, ma bisogna prenotare prima.

La visita guidata dura all’incirca un’ora. Il Planetarium si trova all’interno dell’hotel Nazca Lines

useful tipContattate prima l’hotel per confermare gli orari. Purtroppo non c’è una pagina web dedicata.

DSCN0188(2)

mariareiche

 

Se volete leggere la tappa precedente -> 2ª tappa: Huacachina

Se volete leggere la tappa successiva -> 4ª tappa: Arequipa

PREZZI E DATI DI INTERESSE NAZCA:

Ica-Nazca = autobus Cruz del Sur, 2h 10m, 35 Soles 

Hotel “Ancalla Inn” = 98 Soles/notte (per 2 notti)

Escursione Cimitero Chauchilla = 25 dollari/persona

Volo sulle linee di Nazca: 110 dollari/persona

Visita Planetario: 20 Soles/persona 

tripadvisor-logo RECENSIONI:

 

MAPPE:

Mappa della provincia di Nazca

mapanazca Mappa della cittá di Nazcaplano-turistico

 

 

2 pensieri su “3ª tappa: Nazca

  1. Pingback: 4ª tappa: Arequipa – VoglioVivereViaggiando

  2. Pingback: 2ª tappa: Huacachina – VoglioVivereViaggiando

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *